Per La Libido #1 Farmacia in Italia
Telefono Italia:
Telefono internazionale:
Telefono Italia:
Telefono internazionale:
Carrello della spesa: $ 0.00
Consegna gratuita per ordini sopra i 200€

La disfunzione erettile: le cause e i rimedi per problemi di erezione

Conosciuta come impotenza, la scarsa o assente evenienza di ottenere un irrigidimento del pene è un grattacapo abbastanza comune nel genere maschile, che si presenta come una problematicità o una impossibilità di ottenere un pene eretto e florido.

I diversi tipi e i sintomi usuali 

Esiste un tipo primario e un tipo secondario di DE.

La primaria si verifica nel caso in cui l'uomo non è mai stato in condizione di ottenere o mantenere un'erezione, mentre la secondaria invece insorge con il passare del tempo, ed è molto più frequente.

Le avvisaglie sono:

  • Inidoneità ad ottenere un'erezione
  • incapacità di mantenerla, con conseguente inabilità di sperimentare il coito
  • capacità di avere un inturgidimento efficace, ma inconsistente

Tutte queste situazioni influiscono sulla possibilità di avere un rapporto sessuale completo e soddisfacente, sul benestare degli sposi, fidanzati o coniugi e sulla sicurezza in sé stessi.

Le cause più comuni della disfunzione erettile

I problemi di irrigidimento dell'organo sessuale maschile possono avere molteplici origini, spesso di natura organica o psico-morfologica, oppure una combinazione delle due.

Articolo Correlato: Ordina Generico Levitra (Vardenafil) 10, 40mg in Italia Online Senza Ricetta

Tra i fattori organici i più universali sono: il diabete, il colesterolo alto, l'obesità, l'ipertensione e l'insufficienza cardiaca, che potrebbero interferire nel corretto afflusso di sangue nei corpi cavernosi del pene.

Se le tortuosità sono accompagnate da un calo del desiderio, la causa può essere di natura ormonale, per esempio per via di una diminuzione del testosterone serico nel sangue o un incremento dei livelli di prolattina, correnti negli uomini con un'età superiore ai 50 anni.

Alcune malattie degenerative possono essere connesse a tale difficoltà, per esempio il morbo di Alzheimer, di Parkinson, la sclerosi multipla e la sclerosi laterale amiotrofica.

Le sorgenti organiche indirette sono di solito relazionate allo stile di vita, per esempio il costume di fumare sigarette, l'assunzione spropositata di alcool, insufficiente ginnastica o movimento e l'assunzione di alcuni medicamenti, soprattutto psicofarmaci.

I coefficienti di natura psicoanalitica più complessi da identificare nel sofferente sono lo stress, l'iperaffaticamento, una depressione non affrontata e l'ambascia relazionata alla prestazione tra le lenzuola.

Questi possono originare una DE occasionale e passeggera.

Le cause dei problemi di erezione: quando rivolgersi al medico

Pur non rappresentando un azzardo per la incolumità del paziente, la DE può causare seri danni a livello psicologico e di coppia, oltre a poter essere un campanello di allarme, visto che può essere il sintomo di una malattia.

Per questo, in caso che la situazione sia accompagnata da un intorpidimento a livello inguinale o alle estremità inferiori del corpo, sarà necessario chiedere il parere di uno specialista.

I soggetti che riscontrano altri segni allarmanti dovrebbero mettersi in contatto con il proprio medico: questo, dopo un'attenta e certosina anamnesi del degente, raccomanderà degli esami su misura per poter far luce sull'origine della DE e, di conseguenza, la cura ideale.

Le possibili cure - rimedi contemporanei

Una volta accertata la causa della disfunzione erettile, lo specialista in materia potrà raccomandare la strategia terapeutica più idonea al caso specifico.

Questa potrà essere:

  • trattamento della causa biologica scatenante (pinguedine, problemi tiroidei etc.)
  • psicoterapia di coppia con un sessuologo adeguatamente qualificato
  • curatela con pillole o iniezioni endovenose o intramuscolari specifiche (per esempio inibitori della fosfo-diesterasi da assumere per via orale, ad esempio, rimedio Viagra)
  • adozione di dispositivi di natura meccanica, come l'anello di costrizione, il by pass arterioso, alcune protesi peniene minori
  • intervento chirurgico con impianto di protesi, nella più seria delle ipotesi.

Qualsiasi sia il fattore scatenante della tua situazione, tranquillo: è risolvibile nella totalità delle circostanze.